Menu
Visita il nostro profilo Twitter Visita il nostro profilo Facebook Visita il nostro profilo YouTube
Centro Missionario Diocesano di Bergamo Centro Missionario Diocesano
Bergamo

Bilancio 2014

Bilancio 2014: Il Racconto del CMD

Carissimo Confratello,

                                         ti allego un file che “racconta” l’impegno della Diocesi, attraverso il Centro Missionario Diocesano,  nel 2014 rispetto al sostegno e alla realizzazione di progetti missionari insieme alle attività svolte nell’animazione.

            Credo sia importante rendere conto di soldi raccolti e della loro destinazione per un’esigenza non solo di trasparenza, ma anche di  corresponsabilità.

Aggiungo qualche semplice spiegazione.

            Le offerte devolute alle Pontificie Opere Missionarie assommano la giornata missionaria mondiale, l’infanzia missionaria e il sostegno ai seminaristi. La prima, che comunque sarebbe obbligatoria in ogni parrocchia, vede una buona risposta. Sono circa una cinquantina, ad oggi, le parrocchie “morose”.

            La raccolta che riguarda le Missioni Diocesane è invece purtroppo disattesa da molti. Nel 2014 sono solo 108 le comunità che hanno fatto un evento o una giornata a sostegno del nostro impegno diocesano. Ci sono poi comunità che, perché legate a uno o all’altro missionario, hanno fatto riferimento a questo, ma non sono più di 15-20.

            Nel sostegno alla missione diocesana occorre sapere che rientrano ordinariamente diverse voci: 2/3 dello stipendio dei sacerdoti, il sostegno ai laici, la collaborazione con alcune comunità religiose, l’accompagnamento annuale di progetti che diversamente non sarebbero sostenibili come le mense per i poveri, le poste sanitarie, la cura degli anziani, le attività pastorali per catechisti ed intere comunità.

            A questo si aggiungono le spese straordinarie che riguardano la realizzazione e la cura di strutture per la pastorale, di chiese e interventi specifici a sostegno di attività e progettazioni.

            Credo che questa attenzione vada presa in seria considerazione da ogni comunità con l’accortezza di non indirizzare i propri aiuti a situazioni e realtà nazionali e internazionali, che attingono pacificamente da fondi istituzionali o fondazioni appositamente costituite, mentre deve crescere in noi l’urgenza di sostenere azioni pastorali di evangelizzazione e carità che comunque altri non andrebbero a sostenere.

            Infine, dal racconto si può evincere la ricchezza di attenzione dedicata alle realtà dove son presenti missionari bergamaschi e alle Chiese locali.  Davvero tanta è la generosità.

            Il motivo di questa comunicazione è davvero la condivisione, l’opportunità di informare le nostre comunità dell’impegno profuso dalla Diocesi per le missioni attraverso l’impegno di moltissime persone.

            Ti ringrazio dell’attenzione, rinnovandoti la mia disponibilità per ulteriori delucidazioni.

            E non manca l’abbondanza degli auguri pasquali.

                                                                                              don Giambattista

                                                                                       Direttore CMD Bergamo

Bergamo, 31 marzo 2015

Bilancio Sociale 2014