La solidarietà colorata dei ragazzi

La solidarietà colorata dei ragazzi.

La campagna “Coloriamo la speranza”, partita in punta di piedi durante la Quaresima 2020, ha permesso di coinvolgere in poco tempo studenti e ragazzi di molte scuole, parrocchie, oratori e missioni.

Nella particolarità della situazione che tutti stiamo vivendo a causa dell’emergenza Covid-19, e assistendo a grandi gesti di solidarietà in risposta alle tante esigenze sul nostro territorio, il Vescovo Francesco ci ha ricordato l’importanza di mantenere uno sguardo di attenzione nei confronti anche delle missioni diocesane in Bolivia, Cuba e Costa D’Avorio.

L’obiettivo principale dell’iniziativa voleva dare visibilità a messaggi di speranza e messaggi augurali in occasione della Pasqua.

Grazie al coinvolgimento delle scuole che hanno partecipato al concorso artistico promosso nel Natale scorso, la partecipazione si è estesa a singoli bambini e ragazzi, a oratori e parrocchie sino a raggiungere le missioni diocesane.

In pochi giorni abbiamo raccolto anche la disponibilità dell’Associazione Websolidale Onlus, che da anni collabora con il CMD a sostegno dei progetti missionari promossi nella Campagna di Natale e in altri periodi dell’anno, che grazie all’iniziativa della “cartolina solidale”, ci ha permesso di trasformare i disegni e i lavoretti in cartoline virtuali da spedire come auguri pasquali.

La sinergia e la sensibilità missionaria dei tanti soggetti coinvolti, si sono tradotte in un sostegno economico concreto che andrà a favore delle Caritas Parrocchiali presenti nelle missioni diocesane e che rispondono, soprattutto in questo periodo emergenziale per tutto il mondo, alle esigenze delle famiglie più bisognose.

Entrando nel concreto del coinvolgimento e della partecipazione possiamo comunicare con gioia i “numeri” dell’iniziativa:

abbiamo ricevuto e pubblicato sui social del Centro Missionario di Bergamo e sul sito di Websolidale.org 340 tra disegni, biglietti augurali e lavoretti artistici.

Di questi elaborati circa 40 sono stati inviati da singoli bambini e ragazzi che, venendo a conoscenza dell’iniziativa attraverso i social o i propri insegnanti e catechisti, hanno aderito con entusiasmo alla proposta.

Le classi coinvolte, di ogni ordine e grado, sono state 13, sparse un po’ su tutto il territorio.

Infine, le parrocchie, gli oratori e le missioni che hanno aderito sono state in totale 11.

Fra i diversi partecipanti evidenziamo i fratellini Lorenzo e Gaia che ci hanno inviato i loro disegni direttamente dalla Val D’Orcia in Toscana, e Sofia, che ci ha inviato due coloratissimi disegni da Seregno.

Dal punto di vista del numero di partecipanti abbiamo notato una grande adesione degli studenti della Scuola Primaria di Gazzaniga, della Parrocchia di Boltiere e dei ragazzi missionari di Viadanica.

A questi numeri aggiungiamo il grazie doveroso a tutte le famiglie, alle insegnanti, ai catechisti e agli adulti che si sono prodigati per il coinvolgimento dei ragazzi.

Un’iniziativa che, grazie al sostegno e alla collaborazione dell’associazione Websolidale Onlus con le cartoline solidali, ha permesso di raccogliere 6.278 € già messi a disposizione del Centro Missionario e che nei prossimi giorni andranno a rispondere alle esigenze delle missioni diocesane.

Terminata l’iniziativa di Pasqua, rimane comunque attiva la possibilità di sostenere le missioni diocesane attraverso un contributo libero al Centro Missionario o un’erogazione liberale detraibile attraverso l’Associazione Missiomundi Onlus.

Per poter sostenere le missioni diocesane:

Conto intestato a Centro Missionario Diocesano

IBAN: IT76V 03111 11104 0000 0000 1400

Per usufruire della detrazione fiscale:

INTESTAZIONE CONTO: Missiomundi Onlus
CODICE FISCALE: 95138700166
Via del Conventino, 8 – 24125 Bergamo

BANCA D’APPOGGIO: Ubi Banca
IBAN: IT07F0311111104000000033694
CAUSALE: Erogazione liberale per missioni diocesane

DOCUMENTI NECESSARI da inviare ad animazionecmd@diocesi.bergamo.it
1 Nome e Cognome del donatore o Ragione Sociale
2 Codice Fiscale o P.I.
3 Indirizzo di residenza