Menu
Visita il nostro profilo Twitter Visita il nostro profilo Facebook Visita il nostro profilo YouTube
Centro Missionario Diocesano di Bergamo Centro Missionario Diocesano
Bergamo
Navigazione Interna:

Atti Convegni

94° Convegno Missionario Diocesano

Di tutti i colori !

Ci siamo introdotti a questo convegno che raccoglie, intorno all'ambito della traditio, diverse realtà di impegno pastorale della nostra Chiesa.

Questo convegno segna il momento del respiro durante una camminata: ci fermiamo per respirare profondamente e riportare dentro di noi qualcosa che ci aiuti a riflettere e, in questo contesto a riflettere sull'ambito della trasmissione della fede, appunto dell'annuncio e dell'annuncio missionario. Benvenuti a voi che siete qui oggi.

Il tema della traditio ci dice la consegna della fede, della vita cristiana, dell'impegno, della testimonianza. Costruiamo il nostro pomeriggio così: daremo spazio a tre interventi che possono essere riflessioni e insieme testimonianze; io cercherò di raccogliere una riflessione intorno all'arcipelago della pastorale diocesana e poi daremo la parola al Vescovo che ci guiderà alla luce di quella Parola che rigenera la comunità cristiana.

Scarica il documento in formato pdf


Il formato cartaceo è disponibile presso il CMD a € 4.00


93° Convegno Missionario Diocesano

Che il suo vangelo diventi tuo !

Il racconto del vangelo è affidato alla vita del credente. Una missione incomparabile che traduce parole e gesti in testimonianza, qualcosa che «rende ragione della speranza» che è in noi. Prendersi cura di questo processo è quello che definiamo impegno pastorale. Al centro è la persona con le attese e dinamiche di vita che cercano e, spesso, invocano pienezza. La fatica di incrociare storie ed esperienze, il bisogno di trovare parole significative, le attese del futuro, l’impegno di un servizio alla precarietà, il dialogo con la cultura e tanto altro ancora diventano sempre di più orizzonte per scrivere lo stile e le scelte di presenza della comunità cristiana. E, quando si lascia da parte il "si è sempre fatto così", diventa generativo l’impegno della traditio, di quel fuoco che si sprigiona dalla consapevolezza di essere discepoli missionari nella quotidianità della vita. Certo è un impegno ma, molto di più, è un dono!

Scarica il documento in formato pdf


92° Convegno Missionario Diocesano

A che ora passa il Samaritano?

È, più che mai, l'ora della missione. L'uomo fatica a percepire la prossimità di Dio. Distratto da mille cose e attratto da tante illusioni sgretola la sua libertà rincorrendo un potere sulla vita che, alla fine, non gli appartiene proprio. E il povero rimane sul ciglio della strada abbandonato al suo destino, bruciato dalla solitudine. Da Gerusalemme a Gerico scende ciascuno di noi nel vortice di una vita che è afferrata dalla fretta, quasi incapace di scoprire il volto e la storia di chi gli si fa incontro. Ecco perché la “missione” si ferma a riflettere e cerca la strada della preghiera. In queste pagine corre il racconto di un convegno, ma molto di più si disegna il percorso della prossimità, rinnovando, come da sempre nel solco della nostra Chiesa, l'afflato evangelizzatore che ci è consegnato nella fede.

Scarica il documento in formato pdf


91° Convegno Missionario Diocesano

Un pane grande, grande

La Chiesa è proprio una grande famiglia.
Spente le luci sulla ribalta del Convegno questa convinzione si è fatta ancora più forte. Ecco, gli atti raccontano un incontro in famiglia, un'esperienza di Chiesa. Ed è così che il pensiero s'intreccia alla vita e diventa missione.
Ci siamo raccolti attorno al tavolo di casa, immersi nel tempo dell'Eucaristia, con noi il vescovo Francesco.
Oltre ogni confine l'Eucaristia ci ha parlato di poveri, coinvolti in percorsi di umanità, segnati con il sigillo della libertà, resi, una volta di più, corresponsabili del bene nelle nostre comunità.
E ci siamo resi conto che solo da poveri si può vivere una liturgia autentica, il sacrificio gradito a Dio chiede tutto quello che noi siamo.
Allora il Pane grande, grande, ci invia per essere testimoni di una Parola "capace" di sfamare l'uomo, raccogliere il suo desiderio di vita, scavare nel cuore.
Questa la missione.
Ed è affascinante, sfido chiunque a gettare la spugna!

Scarica il documento in formato pdf


90° Convegno Missionario Diocesano

Parrocchia in missione

E vai, proprio in missione!
Così si realizza tutta la potenzialità della vita cristiana.
Non più cristiani da salotto, ovatta d'incenso, perbenismo a valanga.
Si tratta di periferie, dice papa Francesco.
Una scoperta?
No, per il mondo missionario la periferia è sempre stata il cuore.
A parlare sono testimonianze vive di uomini e donne, oltre i confini geografici, sui meridiani dell'umanità, tra i paralleli della povertà.
Questa è la missione che ci coinvolge, ci impegna, ci innamora sempre di più di Dio e dell'uomo.
Andiamo allora, preti e laici, comunità e gruppi.
La missione che ci attende è storia di vita, attraversa le nostre parrocchie per aprirle al mondo, più in là del loro naso, più dentro della loro pancia.
La missione, appunto, mette le ali.
Questo piccolo strumento di lavoro per volare in alto con i piedi per terra.
Buon anno pastorale.

Scarica il documento in formato pdf


89° Convegno Missionario Diocesano

Fratelli nella gioia della missione!

"Come la pioggia e la neve": proprio così! Non avevamo dubbi, ma la missione è davvero incontenibile. La neve ha reso ancora più bella la giornata del convegno missionario che si avvicina sempre di più al suo novantesimo compleanno.
"La fraternità – scrive il Vescovo Francesco nella lettera di quest'anno pastorale – è decisiva per essere veramente discepoli del Signore Risorto e collaboratori della sua missione… per alimentare lo slancio missionario". Siamo proprio partiti da qui e qui volevamo arrivare!
Dalla riflessione alla preghiera, dall'incontro all'ascolto, dalla festa alla missione seguendo il filo rosso della fraternità.
I "segni dei tempi" sono favorevoli. Una marea di ragazzi, adulti convinti, educatori entusiasti, un gruppo impegnato di animatori e collaboratori del CMD, non mancano Vescovi, sacerdoti, religiose e missionari. Una famiglia numerosa che ha forza di raggiungere il mondo intero.
In queste pagine sono raccolte le "parole" che hanno segnato il nostro stare insieme, ma molto di più risuonano come profezia nel solco di quella missionarietà che, fiore all'occhiello della nostra esperienza di Chiesa, ci spinge a continuare l'impegno nei gruppi, nelle comunità e, con una particolare attenzione, verso i ragazzi ed i giovani.
Guardare avanti è la prospettiva della missione, vivere la fraternità è il quotidiano.
Nella gioia… come quando la neve ti riempie gli occhi di luce!

Scarica il documento in formato pdf


88° Convegno Missionario Diocesano

Parrocchia: vai in missione!

"Sono della parrocchia di..." Ai tempi era un po' come aggiungere una buona dose di "qualità" alle proprie origini, perché nel vissuto della parrocchia ci si immergeva quasi ad identificarsi. Un motivo di orgoglio, con un pizzico di campanilismo I tempi sono cambiati.
Sembra che la parrocchia non riesca più ad essere un "grembo" che educa alla fede, un luogo di familiarità con il "Mistero", una preziosa opportunità di "comunione" nello stile della casa. Spesso l'immagine che ricorre è quella della "stazione di servizio": mi serve qualcosa, prendo e vado. Succede così per sacramenti, per le iniziative, per l'utilizzo di ambienti e magari anche di persone.
Che tristezza!
Eppure proprio nell'esperienza della parrocchia è possibile ritrovare "ossigeno" ed entusiasmo nel servizio alla Parola.
È una corsa, quella della Parola, che attraversa il mondo e si racconta facendosi "missione".
Il ministero e la profezia si intrecciano per dare volto al servizio ed alla capacità di andare oltre per scrivere pagine di speranza.
La missione scaturisce proprio dalla speranza, dalla consapevolezza di chi ha "incontrato" l'Uomo di Nazareth ed in Lui ha potuto conoscere Dio da vicino. Affascinato e provocato, si è lasciato interrogare e coinvolgere in una riflessione sulla vita e sulla fede che lo ha portato ad una forte convinzione: ne vale pena. È proprio vero, missione: che passione!
La scoperta dei "segni" della missione è qualcosa che dona alla vita della parrocchia vitalità e capacità di raccontare i "prodigi e segni" che si accompagno alla proclamazione della Parola.
In questo vortice pastorale ci sentiamo coinvolti come animatori della missione e custodi di quell'impegno ad gentes che rende universale e insieme concreta l'esperienza ecclesiale.
Le pagine che seguono sono un racconto appassionato di vita e di fede e diventano un prezioso spazio di azione e di impegno per il prossimo anno pastorale. Sono affidate a ciascuno, sacerdoti e laici, nella convinzione che proprio nella missione ciascuno realizza il dono della propria vocazione.

Scarica il documento in formato pdf


87° Convegno Missionario Diocesano

Guarda: c'è il missionario

Nell'immaginario collettivo occorreva avere la barba lunga ed aver visto, almeno una volta, il leone, non dovevano mancare avventure particolarmente ricche di coreografia e soprattutto non poteva mancare il tono appassionato che tradiva l'emozione di chi, davvero, la vita l'ha messa in gioco: ecco il missionario! Nel tempo sono cambiati i costumi.
Gli occhi del missionario si sono svelati nella testimonianza di singoli e comunità, hanno raccontato prodigi e, soprattutto, dato spazio all'azione della misericordia. Dio è grande, Dio è fedele e la sua presenza non viene meno nel mondo. È la sua missione.

Scarica il documento in formato pdf


86° Convegno Missionario Diocesano

Segno particolare: missionario

Mons. Francesco Beschi, Vescovo di Bergamo

Il primo segno di missionarietà lo vorrei indicare proprio nel gruppo missionario. È un segno di missionarietà consolidato. Vale a dire è nei modi attraverso i quali le persone, anche una persona distratta, possono avvertire la missionarietà della Chiesa.
Dire Gruppo missionario, significa dire Chiesa. Il gruppo missionario, infatti, non si qualifica a partire dal destinatario, dalla regione geografica esistenziale che raggiunge, ma si qualifica a partire da colui che manda, Cristo Signore, il missionario di Dio.

Scarica il documento in formato pdf


85° Convegno Missionario Diocesano

L'annuncio è la nostra festa Missionarietà chiama missionarietà

Una festa, sì!
Annunciare il Vangelo non può che essere una festa. Il Convegno Missionario 2009, ci ha fatto toccare con mano la festa. L'entusiasmo dei ragazzi e la consapevolezza degli adulti, il fascino dell'Eucaristia e la parola del Vescovo, la forza della testimonianza e il desiderio di condividere: tutto questo, insieme a sentimenti profondi, è quanto rimane nel cuore di chi ha vissuto in prima persona il convegno missionario diocesano.

Scarica il documento in formato pdf


84° Convegno Missionario Diocesano

Missionari per dono, "fino agli estremi confini della terra"

Mons. Roberto Amadei, Vescovo di Bergamo

Vorrei, innanzitutto, ricordare, lo faremo anche nella preghiera, con grande riconoscenza tutti i missionari bergamaschi che lavorano nelle altre chiese: sacerdoti diocesani, religiosi, religiose, laici e laiche. Un pensiero molto riconoscente, perché testimoniano che la Chiesa è missionaria. Grazie per tutto quello che fanno e perché sono stimolo ed esempio per tutti noi. Un pensiero riconoscente anche ai vari gruppi missionari delle parrocchie, per quello che sono e per quello che fanno.

Scarica il documento in formato pdf


83° Convegno Missionario Diocesano

Il Tam Tam della missione: un messaggio che coinvolge il Mondo

Filomeno Lopez, "Ogni incontro alla luce del Vangelo"

O sono nero, oppure di colore. Sono un emi-rifugiato, dal cognome clandestino.
Se sono terzo mondo, sono un morto di fame e sono figlio di nessuno, passaporto terrorista.
Tu mi chiami "vu-cumprà", dunia ma mundu i rabu di pumba pecaduris chasqui.

Scarica il documento in formato pdf


82° Convegno Missionario Diocesano

La missione oltre la parrocchia ...è Cristo Signore l'orizzonte

Lo Spirito protagonista della missione coinvolge anche noi "La pastorale missionaria è anche pastorale della santità, da proporre a tutti come ordinaria e alta missione della vita..."

Mons. Tarcisio Toroni

La riflessione che mi è stata chiesta è un semplice contributo alla riflessione da parte di un parroco che ha molto a cuore la pastorale missionaria. Questo intento è uno dei modi per esprimere molta gratitudine al Signore e a tutti coloro che sono nel mondo ad annunciare il Vangelo di Gesù.

Scarica il documento in formato pdf


81° Convegno Missionario Diocesano

La missionarietà delle prime comunità cristiane testimonianza della S. Scrittura per noi oggi

Don Giacomo Facchinetti

Il tema a me affidato è molto esteso e complesso, per cui la narrazione e l'esposizione inevitabilmente, per i miei limiti da una parte e per l'estensione della complessità del tema,sarà parziale e frammentaria.
La relazione tenterà di sviluppare sei punti:
a. la modalità della missione
b. il contenuto della missione è l'annuncio del Vangelo
c. il metodo dell'annuncio evangelico
d. la partecipazione e coinvolgimento delle comunità in questo lavoro
e. alcune suggestioni (dal vangelo di Matteo e di Giovanni)
f. alcune reazioni (meraviglia, scandalo, ironia, disprezzo, neutralità, opposizione...)

Scarica il documento in formato pdf


80° Convegno Missionario Diocesano

Fede e vita nell'esperienza della Missione

"La condizione dell'infanzia nel mondo", di Emanuela Toffano Martini

«Dite: È faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto.
Non è questo che più stanca. È piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all'altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli».

Queste parole di Janusz Korczak fanno assumere fin dall'inizio la giusta angolazione alla nostra comune riflessione , che si suddivide in tre parti:
1) una contestualizzazione storica – sempre necessaria per leggere il presente e progettare il futuro – incentrata, a sua volta, su tre traguardi oltremodo significativi: l'annuncio evangelico, la scoperta dell'infanzia, l'età dei diritti;

Scarica il documento in formato pdf


79° Convegno Missionario Diocesano

Povertà: via della missione. Dio ci parla di sé

Caffi Sr. Teresina, missionaria saveriana

Per parlare della povertà dovremmo fare tutti un passo in più per avvicinarla, perché è sempre un pianeta che ci resta estraneo tranne per qualche vicenda , storia , momento della nostra vita che ci porta più vicino e ci da di capire qualcosa di più. Povertà non è solo avere della paglia sopra il tetto, anzi è più fresco, piuttosto che una tettoia, non è fare la fila alla sorgente dove puoi conversare e stabilire relazioni umane.
È qualcosa che ti spersonalizza, rischia di toglierti anche la tua umanità.
La mia esperienza d' Africa, in Congo, mi porta ad affermare che la guerra si sviluppa su due piani: quello dei grandi, che la progettano a tavolino, la mascherano con parole altisonanti, parlano di democratizzazione, liberazione, bene del popolo e poi sono gli stessi che siedono stanchi di combattere a fare le trattative a distribuirsi il potere, alleandosi poi all'opportunità nel sottobosco per vedere comunque di non farsi troppo male. Questo è il lato della guerra che anche la televisione ci presenta.

Scarica il documento in formato pdf


78° Convegno Missionario Diocesano

Missione stile di vita! Missione e carità per testimoniare la visibilità dell'amore di Dio per tutti

Il Vangelo è annuncio della carità di Dio Ricercare e porre segni forti di critica e di contestazione per scuotere le coscienze e promuovere una vera conversione del cuore

Mons. Vittorio Nozza, Direttore Caritas Italiana

Un buon cammino che vuole essere da parte mia soprattutto espressione di gratitudine nei confronti di questa chiesa. Da essa ho ricevuto tantissimo. Mi ha fatto percepire come l'animo missionario, l'animo della testimonianza, sia sempre stato radicato nel cuore di ogni credente, di ogni uomo o donna di buona volontà, nel cuore delle nostre comunità parrocchiali, nel cuore dell'intera Diocesi che ha detto la sua missionarietà dentro i propri confini e nel mondo intero. E con lo stesso entusiasmo continua questo impegno.

Scarica il documento in formato pdf


77° Convegno Missionario Diocesano

Missionarietà e cammino pastorale della comunità cristiana

Sintesi della relazione di Mons. Giuseppe Andreozzi, Direttore Nazionale PP.OO.MM.

La missione appartiene alla natura della Chiesa, non è un settore o una particolarità. Quando si parla di missione si parla di Chiesa: per essere missionari non occorre "qualcosa in più". Per giungere a questa consapevolezza è necessaria una conversione pastorale, perché la vita di parrocchia non si riduce semplicemente ad un conservare quello che c'è. Dice Mons. Corti, attuale Vescovo di Novara: "Senza una trasmutazione genetica del tessuto pastorale delle nostre comunità, la nostra Chiesa non può essere missionaria". A noi compete andare oltre l'esistente.

Scarica il documento in formato pdf


Torna su