Menu
Visita il nostro profilo Twitter Visita il nostro profilo Facebook Visita il nostro profilo YouTube
Centro Missionario Diocesano di Bergamo Centro Missionario Diocesano
Bergamo
Navigazione Interna:

Fatti tuoi numerocinque

Fatti tuoi numerocinque

Non importa di che colore è la t-shirt politica che si indossa quando l'impatto è con il rispetto dei diritti umani. E la vita è un diritto che viene prima di ogni altro. Se questo non è vero allora non è neppure vero che ci sta a cuore la politica, il bene comune, il progresso dei popoli. Tutte storie!
Nel nostro piccolo diventiamo tiranni, il nostro mondo finisce per essere valutato in rendita, guadagno e possibile agio personale. Il resto non conta.
E talvolta siamo persino capaci di far convivere un orientamento di vita assolutamente egoista con l'irresistibile gratuità del Vangelo. Maestri di fariseismo e marketing.
“Mi tornano alla mente le tue lacrime”: confida l'apostolo Paolo al fidato Timoteo. La lontananza strugge il cuore dei due amici e li rende sempre più responsabili l'uno dell'altro.
La nostalgia, spesso intrisa di tristezze e solitudini, diventa ragione di fraternità, stimolo a custodire il valore dell'altro.
Le lacrime sono solo un segno di quell'attenzione che si traduce, nel lento fluire della misericordia, in solidarietà e, ancor più profondamente, in comunione.
La politica se non trova nella comunione ragioni di essenzialità si perde lungo la strada e genera, oltre all'abuso di potere, infidi roditori di dignità, approfittatori del portafoglio comune, mostri di violenza occulta, abili in tutto, pur di rimanere a galla.
Occorre imparare a versare lacrime, non per eccesso di sentimentalismo, ma per un crescente senso di responsabilità che si traduce in una partecipazione immensa alle attese dell'umanità. E quando questa ha il volto del povero è ancora più esigente.
A adesso… sono fatti tuoi!

05/10/2013