Menu
Visita il nostro profilo Twitter Visita il nostro profilo Facebook Visita il nostro profilo YouTube
Centro Missionario Diocesano di Bergamo Centro Missionario Diocesano
Bergamo
Navigazione Interna:

Fatti tuoi numeroquattordici

Fatti tuoi numeroquattordici

"Sforzati di presentarti a Dio come una persona degna, un lavoratore che non deve vergognarsi e che dispensa rettamente la parola della verità": questo il consiglio di Paolo all'amico vescovo Timoteo.
La coerenza di vita non è certo un accessorio alla testimonianza cristiana. Ed il bisogno di testimoni ai nostri giorni è più che mai attuale. Da qui la vivacità della missione.
Non è impossibile scovare una suorina che, ormai vecchia come l'Africa, continua incurante di ogni acciacco il suo semplice lavoro di ogni giorno. I piccoli la cercano con gli occhi, mentre in braccio alla loro mamma attendono il turno per verificare se è davvero malaria. È una testimonianza che ha il sapore eroico del quotidiano. C'è un fratello laico che nell'"emergente" Brasile si dedica 24 ore al giorno ai malati di lebbra. Sono gli amici lontani che sostengono il suo ministero e si fanno carico della sua continua presenza, della sua instancabile volontà , della sua alternativa “emergenza”. Anche qui è l'impegno di ogni giorno che rende grande un'opera silenziosa. Nel cuore martoriato del Burundi un sacerdote missionario ha impegnato tutto sé stesso nel percorso della riconciliazione e del perdono, convinto che, giorno dopo giorno, nella fede si scrivono pagine che è impossibile persino raccontare.
Questa coerenza del rimanere apre agli orizzonti della missione ed insegna a ciascuno di noi la bellezza di una vita cristiana che si spende, senza riserve, per il bene.
E adesso… sono fatti tuoi!

14/10/2013