Menu
Visita il nostro profilo Twitter Visita il nostro profilo Facebook Visita il nostro profilo YouTube
Centro Missionario Diocesano di Bergamo Centro Missionario Diocesano
Bergamo
Navigazione Interna:

Fatti tuoi numeroventitre

Fatti tuoi numeroventitre

Sempre, quando la morte mostra la sua esigenza sul tempo, ci rapisce lo smarrimento, il vuoto, talvolta, l'insoddisfazione. Il giudizio sulla vita sembra incombere come una scure, la lucidità appare quasi impossibile. E si cancella ogni attesa, ogni piccolo istante diventa un furto davanti all'abisso del passaggio.
"È giunto il momento di sciogliere le vele": ha il sapore della confidenza fraterna questa affermazione che Paolo indirizza a Timoteo.
E possiamo ritrovare il sentimento di pienezza che si accompagna all'uomo di Dio che tutta la sua vita ha deposto nel mistero. È la sintesi di un intenso cammino di fede, il compimento della risposta ad una chiamata. Le vele si affidano nuovamente al vento dello Spirito e l'eterno si fa presente nel tempo della testimonianza. Quello che rimane è tutto il bello della vita, di quello che si è fatto dono, è diventato missione.
Ancora una volta dobbiamo ribadire che la missione non ci appartiene, ma affidataci nella più grande consegna della fede, ci chiede di lasciare spazio a Dio che agisce, ama, accompagna, libera, guarisce, rinnova. Noi siamo strumenti, siamo quella vela che il vento conduce perché il Vangelo raggiunga ogni vita, ogni uomo, tutta l'umanità. Ripiegare la vela sarebbe un disastro.
Congedarci prima del tempo da questo mondo un gesto di assoluto egoismo. La missione, quella che il Vangelo libera come umanità di Dio, vive il per sempre e chiede tutto, fino all'ultimo respiro.
E adesso... sono fatti tuoi!

23/10/2013